fbpx
La formazione ufficiale Red Hat

Red Hat Remote Exams

Giulia Urbani
Giulia Urbani

A causa del distanziamento sociale e delle chiusure imposte dal Covid-19, si è reso necessario mettere a disposizione dei partner e dei clienti Red Hat la possibilità di formarsi e certificarsi anche da remoto.

Il grande successo dei corsi in Virtual Training, che EXTRAORDY eroga in esclusiva per l’Italia, ha testimoniato il valore e il successo di questa iniziativa e per rendere l’offerta sempre più completa da oggi 3 agosto 2020 sono ufficialmente disponibili anche le certificazioni remote.

Sono resi infatti disponibili, in prima battuta, gli esami seguenti:

  • Red Hat Certified System Administrator (EX200)
  • Red Hat Certified Engineer (EX294K)
  • Red Hat Certified Specialist in OpenShift Administration (EX280K)
  • Red Hat Certified Specialist in OpenShift Application Development (EX288K)
  • Red Hat Certified Specialist in Virtualization exam (EX318K)
  • Red Hat Certified Specialist in Deployment and Systems Management exam (EX403K)
  • Red Hat Certified Specialist in Ansible Automation exam (EX407K)
  • Red Hat Certified Specialist in Services Management and Automation exam (EX358K)
  • Red Hat Certified Specialist in Advanced Automation: Ansible Best Practices exam (EX447K)
  • Red Hat Certified System Administrator in Red Hat OpenStack exam (EX210K)
  • Red Hat Certified Specialist in Ceph Storage Administration exam (EX125K)
  • Red Hat Certified Specialist in Performance Tuning exam (EX442K)

Seguendo la logica del Keep It Simple, è stato scelto di non inserire una nuova categoria di esami a catalogo, ma di andare oltre al concetto di kiosk con quello di esami individuali.

In questa macro categoria infatti sono inseriti sia gli esami individuali in postazione kiosk, sia quelli sostenibili da remoto.

Quindi:

  • Chi ha già un voucher per un esame in kiosk, oppure si è già iscritto tramite la sua Red Hat Learning Subscription, può cambiare la modalità di certificazione e prenotare l’esame in modalità remota.
  • Chi non avesse ancora acquistato un voucher per il proprio esame, può ora farlo con tranquillità, sapendo che potrà scegliere e modificare in ogni momento la modalità di certificazione individuale: in kiosk oppure da remoto.

Interfaccia per la prenotazione dell’esame in modalità kiosk o remote una volta in possesso del voucher
Nella propria RHLS gli esami disponibili in modalità remota saranno evidenziati dal banner verde

I remote exams si svolgeranno su un ambiente live che verrà monitorato a distanza da un proctor, con un’esperienza molto simile a quella del kiosk individuale, ma utilizzando la propria macchina con sistemi X86_64, Fedora-compatibili e ambienti cloud-based.
Di seguito i video che spiegano gli step passo passo per creare la live USB per sostenere l’esame da remoto su diversi OS:

Noi di EXTRAORDY insieme a Red Hat ci auguriamo che si possa tornare al business as usual il prima possibile, ma l’introduzione delle certificazioni remote non vuole essere una soluzione temporanea quanto un modo per poterci far arrivare ancora più preparati e certificati alla riapertura.

Info about author
Giulia Urbani

Giulia Urbani