RH403

Red Hat Satellite 6 Administration

PREREQUISITI

Per partecipare al corso RH403 Red Hat Satellite 6 Administration è consigliabile aver conseguito la certificazione RHCE o avere esperienza con Red Hat Satellite 5.

DURATA

4 giorni

RATING

PREZZO

3.280€ + IVA

Per chi è pensato il corso?

RH403 Red Hat Satellite 6 Administration è basato su Red Hat Satellite 6.2 ed è rivolto a chi ha esperienza sul Satellite nella sua versione precedente (Satellite 5). Il corso prevede diversi parallelismi e confronti tra Satellite 5 e Satellite 6.

Descrizione del corso

RH403 Red Hat Satellite 6 Administration è un corso basato su sessioni in laboratorio che affronta i concetti e i metodi necessari per gestire correttamente i sistemi Red Hat Enterprise Linux su larga scala. I partecipanti al corso impareranno a installare Red Hat Satellite 6 su un server e a popolarlo con pacchetti software.

Il corso si svolge su Red Hat Enterprise Linux 7 e Red Hat Satellite Server 6 ed è propedeutico all’esame  Red Hat Certificate of Expertise in Enterprise Deployment and Systems Management (EX403), per Red Hat Satellite 6.

Obiettivi del corso

Gli obiettivi del corso saranno installazione, configurazione, tuning e rilascio in produzione di Red Hat Satellite 6. Il corso introduce nuovi elementi caratteristici di Satellite 6 come i Capsule, proxy server remoti che permettono di distribuire il carico di lavoro su data center remoti in base a due logiche di raggruppamento distinte: Organizations e Locations.

Se le Organizations sono un concetto ereditato da Satellite 5, le Locations sono dei raggruppamenti geografici introdotti in Satellite 6 che permettono di profilare e definire in modo ancora più accurato le infrastrutture gestite. Viene affrontata la gestione degli utenti e dei ruoli ad essi assegnabili in Satellite 6.

Successivamente viene trattata la gestione di Subscription, assieme alla customizzazione delle CDN (Content Delivery Network),la creazione di Products e di Repository, sia RPM che Puppet, la loro sincronizzazione e la creazione di sync plans per mantenere aggiornati i repo in modo costante.

La gestione dei repository rientra nell’ambito della creazione di repo custom, popolati con software personalizzato, creati dinamicamente tramite la feature di Repo Discovery, che necessita soltanto di una url remota per scoprire e agganciare tutti i repository raggiungibili.

Successivamente si introducono due delle features più interessanti di Satellite 6: i Lifecycle Environment le Content View. I primi permettono di promuovere il software distribuito e le configurazione attraverso un percorso prefissato (Environment Path) mentre le Content View permettono di organizzare i repository e di applicare filtri su package ed errata all’interno di esse. Questa feature permette di rendere visibile, su un gruppo di macchine, una selezione ed un determinato versioning dei software desiderati.

Una delle caratteristiche più importanti di Red Hat Satellite 6 è l’integrazione nativa con Puppet. Puppet, noto tool di configuration management e automazione, permette di gestire e configurare gli host della nostra infrastruttura. In Satellite 6, configurato in fase di installazione come Puppet Master, è possibile creare dei repository Puppet contenenti le classi che verranno applicate e di integrarne il contenuto all’interno di Content View. Viene trattata la creazione di Activation Key, che permettono di effettuare la sottoscrizione automatica di host, l’abilitazione di repository a scelta e di moduli puppet e di filtrare la distribuzione attraverso i Lifecycle Environment e le Content View.

Durante il quarto giorno si affronta il provisioning ovvero le procedure e i template gestiti da Satellite 6 per implementare il bare metal provisioning, quindi l’installazione di macchine fisiche o virtuali. Si vedrà come customizzare i provisioning template e come crearne di nuovi, assieme alla customizzazione di partition tables per definire i layout dei dischi in fase di installazione.

Viene trattato infine il Bare Metal Discovery, che permette di fare discovery automatico di nuove macchine e di definire delle policy di auto provisioning in base a parametri configurabili dedotti dal discovery stesso (come ad esempio l’auto provisioning di macchine con una specifica quantità di RAM o una tipologia di CPU). Tra le extra features di Satellite 6.2, viene accennata la possibilità di fare provisioning di Docker Container e Atomic Host. Verranno infine accennati gli aspetti salienti della migrazione da Satellite 5 a Satellite 6 tramite l’uso di tool appositamente prodotti come il tool sat5to6.

Questo corso fa parte del curriculum RHCA, Red Hat Certified Architect che si rivolge a sistemisti con esperienza che abbiano almeno una Red Hat Certified Engineer o quanto meno uno skill equivalente.

Il corso è basato su Red Hat Enterprise Linux 7 con tutte le sue novità e caratteristiche, di cui è consigliata la familiarità.

Prerequisiti per accedere al corso
Per partecipare al corso RH403 Red Hat Satellite 6 Administration è consigliabile aver conseguito la certificazione RHCE o avere esperienza con Red Hat Satellite 5.
Programma del corso

  • Installazione di Red Hat Satellite 6.
  • Organization, locations, utenti e ruoli di Red Hat Network
  • Gestione del software con strumenti di visualizzazione dei contenuti e degli ambienti di Red Hat Satellite
  • Creazione di pacchetti RPM personalizzati
  • Utilizzo di Red Hat Satellite per la configurazione di host tramite Puppet
  • Provisioning degli host con software integrato e gestione della configurazione
  • Implementazione di Metal-as-a-Service (MaaS) con analisi Satellite e provisioning degli host necessari.

Le prossime date del corso RH403

Milano
27/05/2019
4 giorni

Prenota il tuo corso

Iscriviti al corso RH403

Red Hat Satellite 6 Administration

Lasciaci i tuoi dati! Entro al massimo una giornata lavorativa, ti ricontatteremo per fornirti tutte le indicazioni per acquistare il corso che hai scelto.

NOME E COGNOME*

TELEFONO*

MAIL*

LOCALITÀ-DATA